I See You, The XX

[Alternative, 2017]

Eleganti e profondi: probabilmente questi i migliori aggettivi per descrivere il trio londinese.

Le loro note arrivano dritto al cuore, senza filtri. La pulizia dei suoni, l’uso cosciente della chitarra e del basso, le voci di Oliver Sim e Romy Marley-Croft vuote e piene allo stesso tempo. E poi, la presenza di Jamie Smith (il Jamie xx dell’album da solista In Colour che ha riscosso tanto successo) che dà quel sound elettronico e quel qualcosa in più che è segno distintivo de i The xx. Ed è proprio la sfumatura elettronica dello strumentale che suscita la curiosità di sapere cosa potrebbe appena accadere durante l’ascolto del brano. I tre, insieme, rappresentano un ottimo modo di unire l’eleganza di strumenti puri con la profondità di un uso sapiente di suoni elettronici.

Se è vero che, come si dice,  I See You rappresenta un album di passaggio per la band, allora è anche vero che rappresenta l’inizio di un modo di fare musica attuale cosciente.

AD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...