INTERVIEW: Burn

il
Nome: Cristopher
In arte: Burn
Cognome: Colonna
Età: 19 anni
Nazionalità: Italiana
Brani recenti: Più in alto, White Block, 666
Album: ADN EP
Attivo dal:novembre 2015 (sotto ADN crew), marzo 2017 (singolarmente)
Genere: Rap/Trap
Canali: Youtube, Facebook

Sono Cristopher, in arte Burn, un ragazzo cresciuto nella pazza Novi Ligure.

Fin da quando ero bambino ho sempre avuto l’ambizione di arrivare a fare musica. Proprio questo è stato quello che mi ha portato, quando avevo all’incirca 14 anni, ad avvicinarmi alla musica rap. In più, mi piace anche far capire quello che provo, quello che vivo e quello che succede attorno a me.

Al momento mi occupo sopratutto della mia musica e dei ragazzi che vengono a registrare nel mio Home Studio, in cui dedico sempre il mio tempo ad ogni registrazione che fanno. In particolare, negli ultimi tempi mi sto dedicando maggiormente alla produzione di singoli, ho fatto pochi featuring con i miei compagni di crew, con un rapper milanese e mio grande amico Sfrejo, artisi torinesi come Mr. Etmo, Zakyz Sku e Rew. Ci sono poi vari artisti con cui mi piacerebbe collaborare come Mida e Junior Cally, perchè a parer mio spingono un casino.

Ultimamente mi hanno influenzato tanto i suoni della trap, anche se non ho un’artista a cui mi ispiro solitamente. Mi piace essere originale, restando sempre me stesso, seguendo però attivamente la scena rap e trap attuale.

Voglio trasmettere a tutti ciò che noi siamo. E noi siamo incazzati per cosa c’è là fuori: ci sono persone che non hanno davvero niente di reale e che raccontano solo favole.

Noi componenti dell’ADN crew abbiamo cominciato nel novembre 2015, ma nell’ultimo anno abbiamo deciso di prendere le strade singolarmente, restando comunque sempre in più che buoni rapporti fra di noi. L’anno seguente alla fondazione del nostro collettivo musicale abbiamo inciso il nostro primo EP grazie all’RKH Studio di Torino, con l’uscita di “ADN EP” nel Ottobre 2016. Si può dire che è andato bene perchè il primo estratto del disco “Giù al bar” ha superato largamente le nostre aspettative facendo 10mila views su Youtube e, insieme alle altre tracce (apprezzate anche loro in maniera non indifferente), più di 3000 download sull’intero EP. A marzo 2017 è uscito “Più in alto”, questa volta però lavorando singolarmente, e a maggio è uscito un pezzo freestyle che non rientrava nei miei soliti schemi, molto puntato su incastri e cattiveria, intitolato “White Block”. I video girati sulle mie tracce, li ho affidati a Miguel Restrepo, regista di “Più in alto” e di “White Block freestyle”, di altre tracce della mia crew e anche di altri artisti.

Tutto questo lo potete benissimo trovare su Youtube e Facebook. Ovviamente non mi limito solo a postare sui social o su Youtube, ho condiviso il mio arsenale musicale partecipando a numerosi contest di brani vincendo un paio di serate, ma ho aperto live anche con nomi non indifferenti della scena come Vegas Jones e Nerone.

Solitamente i miei brani li scrivo su basi messe su piattaforme web, ma ora sto collaborando con Travis Modd, il mio nuovo producer. Il bello di questo lo sapete?! Ci occupiamo proprio noi della nostra roba, la facciamo uscire come e quando vogliamo. Dal concepimento dell’idea all’upload in rete, le decisioni le prendiamo noi, siamo i capi di noi stessi e questo è il meglio che si possa avere.

La vita di chi scrive canzoni, di chi dà una forma a ciò che pensa, non è tutta rose e fiori. Basta pensare a “Più in alto”, partito non tanto bene a tal punto che volevo cestinarlo per il testo. Una sera con i miei soci ebbi un ripensamento, sentendoli cantare a squarciagola il ritornello, e allora da lì ho deciso di sistemarla e pubblicarla. “White Block” invece è nato da una nostra fissa con l’abbigliamento: noi andiamo pazzi per il bianco, perciò quello è il nostro marchio di fabbrica, da qui il “Blocco Bianco”. Come ho detto prima, “Più in alto” non volevo farlo uscire, ma è stato il singolo che mi ha dato più visibilità: per me ha molto significato perchè io e Miguel ci abbiamo messo davvero l’anima e siamo rimasti contenti dei risultati.

Le sorprese non mancano mai in casa Burn: sto lavorando al mio prossimo singolo che uscirà a breve insieme alla produzione di Travis Modd e poi uscirò con un featuring con la F maiuscola, ma quello lo svelerò più avanti. Dopotutto è una sorpresa!

Nel mio percorso musicale mi sostiene sopratutto il mio producer. Come si sarà già capito, anche la mia crew e i miei soci mi appoggiano molto, ma noi vogliamo arrivare al punto che diventi un lavoro e non solo un sogno da rincorrere.

Io consiglio a tutti gli artisti emergenti e alle prime armi di crederci, buttarsi e dare vita alle proprie idee, di affrontare il mondo della musica a testa alta, di seguire me e la mia crew per ascoltare e vedere i nostri progetti futuri. Alla prossima!

Real Burn per Siloud

[Thanks to _12magazine_]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...