Cocaine, Psycho Gremlin

[Rap/Trap, 2018]

Oggi parlerò di Cocaine, il nuovo singolo di PsychoGremlin in collaborazione con Sbember. Psycho è un personaggio di rottura nel panorama musicale italiano, a cui pochi mesi fa abbiamo avuto il piacere di dedicare un’intervista.

Dopo il gradimento e lo stupore delle precedenti realizzazioni, con Cocaine cosa ci riserverà? Per togliermi ogni dubbio e dare una risposta considerevole alla domanda, sono andato su Youtube per ascoltare e vedere il videoclip ufficiale.

Il sound prodotto dal solito Lenny Krazyz riesce a creare un ulteriore macabro e veritiero palcoscenico alle storie raccontate dai due rapper. Poche note che si susseguono e il gracchiare dei corvi, che fanno da intro al brano, trascinano l’ascoltatore di conseguenza (sia mentalmente che visivamente) in uno scenario gotico, dove l’armonia delle note continua per l’intero brano facendo da fondamento.

La strumentale porta a rivivere tutte le sfumature passate del filone nato e derivato dell’hardcore, avendo al tempo stesso la contemporaneità dei suoni odierni. Un lavoro di ricerca e fusione dei generi, in cui Lenny riesce sempre a marcare le produzioni rendendole uniche.

Psycho introduce subito il ritornello creando una specie di trip mentale: nonostante sia fatto di parole e concetti non proprio positivi, la schiettezza e la musicalità inducono a cantarlo come se fosse un tormentone. Successivamente, il primo a ‘sporcare’ la base con le prime rime è Sbember, di cui la metrica e la voce cruda aprono le porte per assistere alla storia narrata.
Il rapper racconta una giornata ricorrente che sembra susseguirsi per un arco temporale indefinito, portando l’individuo alla distruzione.

‘Pipistrelli, vedo pipistrelli.

Siamo leggende, ma siamo già morti.’

Guida la seconda parte del brano PsychoGremlin: qui il racconto dalle sbavature splatter fa da metafora alla profonda desolazione che affligge il suo animo. La solitudine diventa la migliore compagnia, essere il più forte e nel contempo avere infinite cicatrici sopra e sotto la pelle.

Cocaine ha di nuovo stupito le mie aspettative, Psycho è nettamente l’unico in Italia che ha deciso di portare musica lontana dai nostri standard. Ma non si tratta solamente di musica, sto parlando di tutti gli aspetti tecnici e di tutti i paramenti legati ad essa. Osservandolo è un personaggio che vive e percepisce suddetti scenari. Mentre in altri Paesi il Rap ha subito le più ampie contaminazioni di generi, partendo dal giovane fenomeno Scarlxrd fino ad arrivare ai colossali SuicideBoys, nel nostro il meccanismo sembra andare sempre a rilento avendo occhi di scetticismo a riguardo.Una cultura tradizionalista che influisce in parte anche sulla musica.

Sembra che recentemente si sia creato un ponte musicale tra l’Italia e l’America, con i discografici e gli ascoltatori che tendono a guardare ben oltre la quotidianità. Fuori da questa quotidianità, inserirei assolutamente Psycho Gremlin, un artista che traspare una cripta di significati, una mosca di Belzebù all’interno del Rap game.

Psycho merita tragurdi di enorme gradimento. Andate su Youtube e ascoltate Cocaine, non ve ne pentirete!

CM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...