A tempo di gambero, Zafa

il

Zafa1Quasi un anno fa abbiamo scambiato due chiacchiere con Giovanni Zaralli, più noto come Zafa. Cantautore e producer romano, ci raccontò di come sia nata la sua passione per la musica, un po’ per eredità del padre e un po’ per le lezioni di chitarra prese da adolescente. Il suo percorso musicale cominciò, non a caso, nelle sale prove romane con una cover band di brani rock come chitarrista. In realtà, Giovanni ci confidò che suonare lo annoiava, il suo completamento vero era la scrittura. Pian piano iniziò a prendere confidenza con il palco e il pubblico.

La sua attività musicale aumentò con l’incontro e la collaborazione con il producer romano G Ferrari. Dai testi in inglese passò a quelli in italiano e così cominciò il percorso che lo ha portato a trovare la sua identità musicale. Questa collaborazione culminò con la pubblicazione di Luci sull’oceano vol.1.

Per trovare la sua definitiva identità musicale da autodidatta iniziò a muovere i primi passi come produttore fino a trovare la totale indipendenza necessaria per la realizzazione dei suoi brani, questo per poter esprimere nel modo più fedele possibile ciò che prova e che lo emoziona.

Il 15 maggio è stato pubblicato su tutti i digital store il nuovo singolo di Zafa intitolato “A tempo di gambero“.

“A tempo di gambero è stata scritta dietro le fotocopie delle carte di identità di due slave, a Rimini, ad aprile. Mi sentivo molto solo. Rimini in quel periodo dell’anno è sola e io non l’ho proprio capita. Sono sceso dalla mia camera di questo hotel a tema Fellini, erano le due di notte e c’eravamo solo io e il receptionist, un uomo brutto e calvo con il riporto tinto di nero e occhi molto dolci che stonavano con tutto il resto. Gli ho chiesto dei fogli per scrivere e nella fotocopiatrice erano finiti, mi ha dato un paio di fotocopie. Quelle due signore slave non sapranno mai che cosa ho scritto dietro le fotocopie dei loro documenti.” (Zafa)

Zafa Finale (2) (1)

Il bisogno di veracità, contatto e autenticità ha portato Zafa verso suoni più crudi, veri, sporchi e tendenti al rock anni ’70 e all’indie rock britannico. Gli strumenti sono tutti fisicamente e personalmente suonati dall’artista. Il punto forte del progetto oltre alla voce particolare è il sound che rispecchia e identifica l’artista in modo cristallino.

A Tempo Di Gambero è il primo di una lunga serie di brani per i quali è servito un lavoro particolarmente lungo e dettagliato, non a caso da Luci sull’oceano vol.1 non sono seguite altre pubblicazioni. Abbiamo sentito molto l’intimità e l’atmosfera che il cantautore e producer romano ha voluto trasferire a chi lo ascolta.

Insomma, siamo rimasti davvero soddisfatti da questa sua nuova uscita. Il brano ci ha fatto entrare in un mondo tutto firmato Zafa e sappiamo che in futuro ci darà ancor più l’opportunità di conoscerlo meglio.

Senza dirvi altro, vi diamo il benvenuto in questo mondo!

AD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...