InTheMusic: Miglio, interview

Alessia Zappamiglio ha sempre avuto l’esigenza e la volontà di fare musica e Miglio, oltre che la parte finale del suo cognome, è il suo lato artistico. L’essere schietta, sincera e a volte incazzata è parte del suo carattere e non ha paura di mostrarsi senza filtri. Anzi, è convinta che la cosa essenziale di chi fa musica sia quella di comunicare sempre con verità: nelle sue canzoni racconta cose che accadono veramente a lei o comunque attorno a lei. Nella sua vita non fa distinzione tra Alessia e Miglio, sono la stessa cosa.
Pornomania” è il suo nuovo singolo in cui, come si può intuire dal titolo, parla di un amore vissuto senza freni e senza inibizioni.

Nome: Alessia
Cognome: Zappamiglio
In arte: Miglio
Età: 27
Città: Bologna
Nazionalità: Italiana
Brani pubblicati: Pornomania, Gli uomini elettronici, Il bar sui binari, Pianura Padana
Periodo di attività: dal 2018
Genere musicale: Pop
Piattaforme: Spotify, YouTube
Miglio
Foto di J. Torresi

Chi c’è dietro Miglio?

Dietro Miglio c’è Alessia Zappamiglio. Ho 27 anni, sono nata e cresciuta a Brescia ma oggi vivo a Bologna.

Suono da moltissimo tempo, la musica è la mia vita anche se poi nel quotidiano faccio anche altro per guadagnarmi da mangiare.

Qual è il significato del tuo nome d’arte e in che modo ti rispecchia?

Miglio è semplicemente la parte finale del mio cognome e quindi è parte integrante della mia persona.

Quando ti sei avvicinata alla musica e com’è cambiato il rapporto tra di voi negli anni?

Ho iniziato ad avvicinarmi alla musica fin da piccola, vengo da una famiglia di musicisti e anche non volendo ero costantemente circondata da canzoni e chitarre.

Ho capito che volevo fare questo nella mia vita verso i 17 anni, sentivo che non ero in grado di fare altro e così ho iniziato ad andare in giro a suonare, ovunque fosse possibile farlo. Anche nelle tabaccherie.

Quali sono i tuoi riferimenti musicali attuali? Sono rimasti sempre gli stessi o i tuoi gusti sono cambiati negli anni?

Nella mia infanzia ho ascoltato tanto swing italiano grazie a mio padre, per poi avvicinarmi al cantautorato italiano che ho ascoltato totalmente, a partire da Ivan Graziani, Ivano Fossati, Rino Gaetano, De André, Luigi Tenco per poi ampliare ancora di più ascoltando i Cccp, Giorgio Canali, Afterhours e altri ancora.
Verso i 19 anni sentivo che dovevo andare oltre il mio mondo sonoro e ho scoperto tutto quello che definirei alternative rock/grunge e quindi tutte le sonorità internazionali a partire da Jeff Buckley, i Nirvana, Nick Drake, Oasis, Radiohead.

Penso che tutte queste esperienze d’ascolto che ho fatto abbiano sicuramente contaminato quello è ciò mio linguaggio sonoro e testuale.

Come nasce il progetto “Miglio” e con quale obiettivo?

Come dicevo sopra, non nasce da un momento preciso, in realtà c’è sempre stata l’esigenza e la volontà di fare musica perché diversamente non poteva essere. Non c’è nulla di improvvisato. Un paio di anni fa ho solo deciso di dare un nome alla musica che faccio, ma la finalità è sempre rimasta la stessa: cercare di poter fare questo per tutta la vita.

Nella vita di tutti i giorni sei Alessia Zappamiglio, ma nella musica hai un’altra personalità: l’essere schietta, sincera e a volte incazzata accomuna entrambi i tuoi lati?

Non c’è distinzione tra Alessia e Miglio. Sono la stessa cosa, in Miglio ci sono io totalmente. Penso che la cosa essenziale di chi fa musica sia quella di comunicare sempre con verità. Nelle mie canzoni racconto cose che succedono davvero nella mia vita o comunque attorno a me e le vivo senza distinzione tra Alessia e Miglio, sono la stessa cosa. Il lato schietto mi appartiene nel quotidiano e automaticamente esce anche nelle mie canzoni.

Ti si associa una definizione ben precisa: un’anima rock prestata all’immediatezza del mondo pop attuale. La tua voce arriva dritta al punto, riesce a comunicare in modo diretto senza prendere scorciatoie. Come sei riuscita a definire un tuo stile personale e in che modo hai lavorato ad un sound che ti rispecchiasse totalmente?

Suonando tanto, tutti i giorni, a partire dalle giornate chiusa in camera a cantare e suonare le canzoni che scrivevo e quelle degli altri.

Credo che la personalità si formi solo facendo tante esperienze, grazie al confronto e anche grazie alle porte in faccia. Anzi, sono certa che le porte in faccia che ho preso mi abbiano aiutata tantissimo per definire il mio mondo artistico, che sicuramente è ancora in via di evoluzione.

È dal 2018 che rilasci tuoi progetti musicali e la tua nota stilistica si percepisce particolarmente: ogni brano sembra essere il perfetto prosieguo di quello precedente. Qual è il filo conduttore delle tue produzioni?

Dal 2018 ad oggi c’è stata una crescita e l’esigenza di fare sempre qualcosa in più, pur mantenendo delle caratteristiche che legano tutte le produzioni. Ho collaborato con diversi musicisti che hanno lavorato ai suoni dei brani usciti fino adesso (Gli uomini elettronici, Il bar sui binari, Pianura Padana, Pornomania). In ogni brano c’è la volontà di evolvere un po’ di più rispetto ai lavori precedenti pur lasciando sempre la caratteristica del mio linguaggio musicale.

Il tuo nuovo singolo di intitola “Pornomania” e, come si può intuire dal titolo, parla di un amore vissuto senza freni e senza inibizioni, affrontando anche l’aspetto sessuale di una relazione. Come nasce questo brano e perché la scelta di un racconto senza troppi giri di parole?

Nasce da ciò che ho vissuto e vivo realmente, in prima persona. Come dicevo prima, cerco sempre di portare la verità nelle mie canzoni, ecco perché non potevo raccontare diversamente la storia di un sentimento forte.

Ho scritto e parlato dell’amore e del sesso così come li vivo nella realtà del mio quotidiano.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Scrivere ancora tante canzoni e suonarle in giro.

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Fate l’amore!

Miglio for Siloud

Instagram: @miglio_miglio
Facebook: @migliomusic
Credits: Giulia Perna, Matilde Dischi, Conza Press, Artist First

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...