InTheMusic: Tangenziale, dile

Tangenziale” è un’altalena di contraddizioni che prendono vita nel nuovo singolo di dile.

Come si fa a vivere di contraddizioni se non vivendo. Come si fa a prendersi una bella rivincita con sé stessi se non superando un temporale interiore. “Tangenziale” non è soltanto il nuovo singolo di dile disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 19 giugno, è anche la strada che l’artista traccia per accompagnare l’ascoltatore in un’estate piena di novità. “È un brano – racconta dile – in cui mi sono preso bene, in cui ho razionalizzato una situazione un po’ triste che ho rigirato e reso solare e volevo mostrare al mio pubblico un lato di me un pochino più leggero”.

Il singolo uscito per Artist First/OSA Lab è prodotto da Federico Nardelli, scritto a quattro mani con Federico Galli, un amico autore dell’artista, e rappresenta l’ultimo step di dile in vista di un autunno che porterà alla luce il suo primo album.

Rimango sempre diretto, creo immagini come ho sempre fatto. Ho solo cambiato un po’ i BPM: “Tangenziale” è sempre dile, con il mio modo molto diretto di raccontare emozioni ed esperienze vissute”. Questa, per dile, è la ‘foto’ del suo nuovo singolo. Chissà cosa ci vedrà ognuno di noi…

“Tangenziale” è un ulteriore passo avanti del progetto dile. Qual è il concept di questo singolo?

Tangenziale” è una delle mie mille facce, forse quella più leggera e spensierata. I miei brani sono spesso malinconici, ma con questo singolo volevo far conoscere anche un altro lato, quello che prende qualsiasi pugno in faccia con il sorriso.

Ancora una volta hai messo in luce la tua esigenza di raccontarti e di raccontare tramite la musica, creando immagini che poi l‘ascoltatore mette insieme per creare la storia che stai cantando. Di cosa si parla in “Tangenziale”?

In questo brano racconto di quanto sia altalenante e contraddittorio l’essere umano nella sua natura. È un ping pong tra la voglia di ricorrere l’amore e la necessità di allontanarsi da esso.

C’è, quindi, una relazione tra il titolo del brano e le tematiche trattate?

Il mio processo di scrittura è molto complicato, infatti oggi non riesco a ricordarmi perfettamente cosa stessi provando mentre “Tangenziale” veniva fuori.

Ricordo che alcune frasi sono uscite da sole senza spiegazioni e di solito solo le frasi che più preferisco. Dovessi rifletterci ora, a mente lucida, il titolo” tangenziale” rispecchia il percorso, il viaggio per arrivare da lei.

Le sonorità mostrano a tutti un lato più ‘chill’ di te e della tua musica. Con uno stile pop dal carattere acustico, questa è una perfetta canzone da cantare in spiaggia e da ascoltare nel periodo estivo. Come avete lavorato al sound?

Il sound in questi casi nasce in maniera automatica. La produzione del brano è stata affidata a Federico Nardelli che, dopo diverse ore di chiacchiere e birre, è riuscito a vestire perfettamente il brano.

“Tangenziale” è un brano che ha qualcosa di diverso e di speciale rispetto alle tue produzioni passate: quali sono gli elementi di novità?

Come dicevo prima, i miei brani sono spesso malinconici. Mi viene molto più naturale parlare di ciò che mi prende a pugni che di quello che mi fa sorridere.

In questo brano ho provato semplicemente a mischiare le emozioni, ho provato a prendere con il sorriso ciò che mi prendeva a pugni.

Con questo brano hai accompagnato l’ascoltatore verso quella che sarà la nuova strada di dile. Per autunno è prevista l’uscita del tuo primo album. Puoi già anticiparci qualcosa?

Personalmente sto aspettando l’uscita dell’album da tanto tempo, ogni brano rappresenta un periodo o semplicemente un momento della mia vita.

È un percorso che mi ha portato ad essere la persona che sono oggi, tra mille paranoie e prese male.

dile sta mostrando diversi lati di sé tramite la musica, mettendo a nudo la propria realtà e i propri sentimenti, e sta ottenendo riscontri molto positivi, raggiungendo ottimi risultati in termini di ascolti e di condivisioni.

Tangenziale” è un ulteriore passo avanti del cantautore abruzzese classe ’89, questa volta dando un tocco di estate ad una sua produzione. Cosa dobbiamo aspettarci per il suo futuro?

Introduzione: Riccardo Zianna
Intervista: Siloud

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...