InTheMusic: Ginnasio, interview

Dietro Ginnasio c’è Mario Terrone nato a Bari, classe 1997, studente di ingegneria informatica con una forte passione per la musica. Da subito la sua creatività è sfociata nella composizione di brani, scritti e composti autonomamente, accompagnati da un progressivo studio delle tecniche e teorie musicali. “Zanzare” è il titolo del suo ultimo singolo, nato con l’obiettivo di parlare d’estate evidenziandone tutti i lati negativi.

Nome: Mario
Cognome: Terrone
In arte: Ginnasio
Età: 23
Città: Bari
Nazionalità: Italia
Brani pubblicati: Porcovid19, Zanzare
Periodo di attività: dal 2021
Genere musicale: Indie-pop 
Piattaforme: YouTube, Spotify, Apple Music, Deezer, Amazon Music, ecc.

Chi c’è dietro Ginnasio?

Sono Mario Terrone nato a Bari, classe 1997, studente di ingegneria informatica con una forte passione per la musica. Da subito la mia creatività sfocia nella composizione di brani, scritti e composti autonomamente, accompagnati da un progressivo studio delle tecniche e teorie musicali. Maturato il mio interesse per la produzione, nell’ultimo periodo decido di dare vita a piccoli video che raccontano in maniera divertente e musicale le abitudini dei giovani nei confronti dei social. Ottenuto un discreto successo decido di iniziare a streammare su Twitch dove, insieme ai suoi seguaci, produco delle vere e proprie hit istantanee.

Perché hai scelto proprio questo nome d’arte?

In realtà posso stare qui a inventare storie assurde sul mio nome, ma la verità è che è nato completamente a caso. Cercavo un nome d’arte da una settimana, eravamo al parco e un mio amico grida da lontano “Perché non ti chiami Ginnasio?” ed io ho pensato subito “Perché no?”.

Ci racconti qualcosa in più sulla tua passione per la musica e di come, questa, si sia tramutata in un qualcosa in più? 

Sono sempre stato un appassionato di musica, la mia famiglia mi ha tramandato una serie di conoscenze che mi hanno aiutato a relazionarmi con qualsiasi genere. Nel momento in cui ho sentito di poter utilizzare la musica per raccontare la mia vita ho deciso quindi di approfondirne la conoscenza iniziando a studiare le tecniche di piano e chitarra, che tuttora mi hanno dato una forte mano per la realizzazione del mio progetto.

Come si relazionano le tue influenze musicali e i tuoi ascolti?

Le mie influenze derivano dalla scena bedroom pop americana, che vede artisti come JAWNY e Still Woozy che hanno contribuito alla crescita dei piccoli producer da camera da letto che con poca attrezzatura ma tante idee. 

Il tuo progetto artistico è fatto di continui approfondimenti, studi e interessi diversi. In cosa si caratterizza principalmente il tuo stile?

La mia musica parla da sola, diciamo che mi faccio influenzare molto dagli ascolti del momento storico che vivo. In questo caso il funk.

“Zanzare” è il titolo del tuo ultimo singolo, nato con l’obiettivo di parlare d’estate evidenziandone tutti i lati negativi. Come è stato prodotto e, più in generale, come nasce?

“Zanzare” è la seconda hit nata nel consueto appuntamento live su Twitch. Questa volta l’obiettivo era di parlare d’estate evidenziandone tutti i lati negativi, senza accorgersi di esserne schiavi allo stesso tempo. Il ritornello è infatti il sunto di tutto ciò che rende spiacevole questo momento dell’anno ma che nello stesso tempo ne è l’essenza. Quindi se avete bisogno di tener lontano le ansie, gli intasi stradali ma soprattutto le ‘zanzare’ questo brano è la soluzione giusta per voi. Soddisfatti o rimborsati, parola dei laboratori Ginnasio.

In che modo questo brano si relaziona con il tuo singolo scorso e in che modo anticipa le tue produzioni future? 

Come il singolo scorso, anche questo è stato scritto in live su twitch, quindi diciamo che continua ciò che aveva iniziato porcovid19 ma allo stesso tempo anticipa i prossimi.

Vogliamo ora farti una domanda molto generica. Negli ultimi anni stiamo vedendo la nascita di vere e proprie ondate nel mondo della musica. Quale pensi che sarà l’indirizzo prossimo in Italia?  

Sinceramente ogni volta che scopro un genere musicale che mi piace puntualmente in Italia non arriva. Perciò spero con tutto il cuore che nel futuro ci sia una forte influenza anni ‘70/’80 nella musica Italiana.

Quali progetti hai per il futuro? 

Spero di poter continuare a far divertire e coinvolgere la gente il più possibile, anche se sto pensando anche a far conoscere qualche mio progetto personale.

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Chiamate vostra madre e ditele che le volete bene.

Ginnaio for Siloud

Instagram:@ginnasioil

Credits: Riccardo Zianna, Giorgia Groccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...