InTheMusic: mikele, interview

mikele è un artista italo-americano. Si è appassionato alla musica già all’età di 4 anni, studiando pianoforte; questo strumento, oggi, lo insegna lui ai bambini. Nelle sua canzoni lui vuole dare profondità sonora attraverso l’utilizzo di elementi apparentemente contrastanti. “Dalla culla” è un brano in cui fa delle riflessioni sui suoi sentimenti nei confronti della morte.

Nome: Michele
Cognome: Brivio
In arte: mikele
Età: 21

Città: Milano
Nazionalità: Italia
Brani pubblicati: Dalla culla
Periodo di attività: dal 2021
Genere musicale: Pop, Rap
Piattaforme: Spotify, Apple Music, YouTube, Deezer, Amazon Music, Tidal, etc

Chi è mikele? 

Sono un artista italo-americano nato a Bruxelles. Ho 21 anni, vivo a Milano. Nella vita, per supportare il percorso musicale, insegno pianoforte online ai bambini. 

Perché questo nome d’arte? 

Mi chiamo Michele, ma questo nome è di difficile pronuncia per il mondo anglofono. La “ch” non gli va proprio giù, finiscono per chiamarmi Michelle, come Obama. La “k” media questo problema. Essendo metà americano e scrivendo anche in inglese, è importante che gli inglesi lo pronuncino in modo corretto alla prima lettura. È di impatto. 

Come ti sei avvicinato alla musica e cosa ti lega ad essa, oggi? 

Suono il pianoforte da quando ho quattro anni. Da lì il mio rapporto con la musica non ha fatto altro che evolversi. Rappresenta per me il modo con cui dialogare con il mondo, con cui posso esprimermi con la mia lingua, l’ItalFranglish (ITA/FR/ENG).

Nei tuoi brani si avvertono rimandi alla cultura hip-hop/trap di stampo francofona e americana: quali sono le tue ispirazioni principali? 

Sono grande fonte di ispirazione per me artisti che fondono diverse sonorità, come James Blake. Della scena francofona ho consumato l’album Paradise di Hamza, che si volge più sul lato trap. In America, i miei preferiti sono Travis Scott e Kanye. 

Il tuo sound si caratterizza nell’unione della freshness dell’urban e al baroque dell’alternative: come riesci a far coesistere questi generi? 

Dipende dal brano e dall’ispirazione iniziale. Se parto da una produzione elettronica, istintivamente la ampio con l’utilizzo del pianoforte o la chitarra per dare maggiore profondità. Se invece parto da un’idea acustica, mi piace plasmare il pezzo di elementi elettronici, tendenzialmente con percussioni. Solitamente, gioco anche con gli effetti vocali. 

Più in generale, quali sono i caratteri principali delle tue produzioni?

Nelle canzoni voglio essere poliedrico, dare profondità sonora attraverso l’utilizzo di elementi apparentemente contrastanti, come possono essere due lingue diverse. 

“Dalla Culla” è il titolo del tuo singolo d’esordio: come nasce? 

“Dalla Culla” nasce nella mia camera in Inghilterra, a Brighton, dove ho prodotto la base. Un anno dopo si è delineata la tematica che volevo affrontare, dopo aver scoperto della morte di un’amica. Nel brano esprimo come mi sento nei confronti della morte, e ripercorro la mia vita nell’ottica delle persone vicine che ho perso. 

In che modo questo brano anticipa le tue produzioni future? 

L’unione di sonorità diverse, e l’utilizzo di più̀ lingue sono cardini nel mio sound. 

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? 

Ci sono molti progetti collaborativi a livello europeo in corso d’opera, ma è importante compiere un passo alla volta. Ora sono focalizzato sul mio secondo singolo. 

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori? 

Fatevi un viaggio con me tra le oscure grotte di pipistrelli ascoltando “Dalla Culla”! 

mikele for Siloud 

Instagram: @y0mikele
Facebook: @y0mikele
YouTube: mikele 

Credits: safe&SOUND promozione 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...