InTheMusic: Liner, interview

Stefano Sciuto ha 22 anni e vive a Torino, ma ha sempre bazzicato a Roma e Milano per situazioni come contest e live. In arte è conosciuto come Liner, un nome che deriva da due sue caratteristiche. Scrive le sensazioni che vive senza pensare troppo al genere che sto andando a fare. “Milano” è il titolo del suo nuovo singolo, una ballad intensa e profonda.

Nome: Stefano
Cognome: Sciuto
In arte:  Liner
Età: 22
Città: Torino
Nazionalità: Italiana
Brani pubblicati: Vuoto, Shangai, Mi Fai Male, Milano
Album pubblicati: Brillo
Periodo di attività: dal 2016
Genere musicale: Urban, Rap, Pop
Piattaforme: Spotify, Apple Music, iTunes Store, Amazon music, Deezer, tidal, Tim music, YouTube Music

Chi è Liner nella vita di tutti i giorni?

Stefano Sciuto, 22 anni, vivo a Torino ma ho sempre bazzicato a Roma e Milano per situazioni come contest e live. Ho fatto lavori diversi per diverso tempo. Ora cerco di mantenermi con la musica e le opportunità che mi offre la mia arte.

Come sei passato da Stefano Sciuto a Liner?

Il mio nome d’arte deriva da due mie caratteristiche: Line, “linea” in inglese, in quanto sia sempre stato alto e magro; R, in quanto abbia la erre moscia.

Ti sei avvicinato alla musica pop-rap all’età di 17 anni. Cosa ti ha spinto verso questo mondo?

Ho sempre ascoltato musica rap, sin da quando non era un genere mainstream. Mio fratello di sangue frequentava quell’ambito ed io uscendo con lui mi addentrai sempre di più. Mi sono immerso completamente nel momento in cui per pura esigenza personale scrissi la prima canzone a 15 anni, in seguito ad un accaduto che mi stravolse in quel periodo.

Quali sono gli artisti da cui ti lasci ispirare?

Per quanto riguarda gli artisti italiani principalmente Marracash, Club Dogo, Emis Killa, Neffa, 883. Artisti esteri invece MGK, Justin Bieber, Drake, Kid Laroi.

Come definiresti il tuo stile e in cosa credi di essere unico?

Anche se molto vicino al rap, mi ritengo molto versatile e forse ad oggi più tendente all’urban, ad ogni scrivo le sensazioni che vivo senza pensare troppo al genere che sto andando a fare. Nel modo scrivere e per la particolare vocalità.

“Milano” è il titolo del tuo nuovo singolo, una ballad intensa e profonda. Come nasce?

Nacque dopo aver trascorso una notte con una ragazza in un hotel di Milano.

Quali sono le tematiche trattate nel brano e che direzione hai dato al suo sound?

Parlo del timore e della paura nel non riuscire più ad affezionarsi a qualcuno.

Nel tuo percorso fino ad oggi hai avuto modo, tra le altre cose, di partecipare direttamente al fianco di artisti big della scena rap italiana. Quali sono i momenti che più ti hanno segnato?

Ho avuto la possibilità di aprire molti concerti di alcuni big della scena rap. Vederli on stage mi è  sempre servito per migliorarmi sia dal punto di vista personale che live. 

Quali programmi hai per il futuro?

Fare uscire più musica possibile. Ho imparato che attendere il momento giusto spesso ti porta solo a fare retromarcia. La gente ha bisogno di musica ed io ho bisogno di esternare quello che ho dentro.

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Non dovete dimostrare nulla a chi non crede in voi, piuttosto dimostrate a chi ci ha sempre creduto che aveva ragione.

Liner for Siloud

Instagram: @linersadboy
Facebook: @linersadboy
YouTube: Liner

Credits foto: Marco Mannini
Credits: Silvia Santoriello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...