InTheMusic: Esposito, interview

Quelle di Esposito sono canzoni vere, di solito parla sempre di cose che conosce e infatti spesso si ritrova a parlare di sé stesso. Scrivere una canzone per lui è come essere in una seduta di psicoterapia. Il suo nuovo singolo si intitola “I giorni”, il tema è il tempo che passa. Durante la scrittura di questo pezzo, pensava a quello che avrebbe dovuto, ma che non poteva fare e così si sono ritrovato a parlare del tempo.

Nome: Diego
Cognome: Esposito
In arte: Esposito
Età: 35 
Città: Milano
Nazionalità: Italiana
Brani pubblicati: Guerramondiale, i Giorni
Album pubblicati: È più comodo se dormi da me, Biciclette rubate
Periodo di attività: dal 2017
Genere musicale: Pop
Piattaforme: YouTube, Spotify, Apple Music, Deezer, Amazon Music, ecc.
Ph: Atelier Florania

Chi è Esposito nella vita di tutti i giorni?

Ciao, sono Diego Esposito, sono di Castelfiorentino (FI) ma vivo a Milano da 15 anni, ho 35 anni e nella vita insegno musica nelle scuole, scrivo canzoni e studio Musicoterapia.

Perché il tuo cognome è diventato il tuo nome d’arte?

Esposito era il cognome che veniva dato ai trovatelli nella città di Napoli.  Mi piaceva l’idea di dare voce ai figli di nessuno e anche il mio management era d’accordo. Così abbiamo deciso di pubblicare i miei brani con il mio cognome.

Ti sei avvicinato fin da giovanissimo al mondo della musica. Quali sono i tuoi primi ricordi e come si è evoluto il tuo rapporto con essa negli anni?

Ho studiato pianoforte da piccolo, in maniera superficiale, però cantare mi è sempre piaciuto tantissimo. Negli anni ho iniziato a scrivere canzoni, inizialmente era solo un gioco e poi è diventato un mestiere. Oggi, infatti, insegno songwriting in alcune accademie musicali di Milano.

Da cosa ti lasci ispirare per le tue produzioni?

Mi piace molto il cantautorato italiano dagli anni 70 in poi, mi lascio ispirare in particolar modo Lucio Dalla, Battisti, De Gregori; è per questo che credo di essere un cantautore pop. Negli anni ho cercato di creare uno stile mio ispirandomi agli insegnamenti di questi Maestri.

Quali sono i caratteri principali delle tue produzioni e quale aggettivo credi le definisca meglio?

Le mie sono canzoni vere, di solito parlo sempre di cose che conosco e infatti spesso mi ritrovo a parlare di me. Scrivere una canzone per me è come essere in una seduta di psicoterapia.

Il tuo nuovo singolo si intitola “I giorni” e parla del tempo che passa velocemente. Come nasce?

Il brano nasce nella primavera del 2020, quando è cambiato tutto. In quel periodo dovevo essere in tour per l’Italia e invece mi sono ritrovato davanti al mio pianoforte con un’idea di arrangiamento per cori; da lì, il testo è nato quasi automaticamente, avevo bisogno davvero di buttare tutto fuori.

Qual è, più nello specifico, il tema che hai trattato nel brano e in che modo si relaziona con il sound che gli hai dato?

Il tema è il tempo che passa. Durante la scrittura di questo pezzo, pensavo a quello che avrei dovuto, ma che non potevo fare e così mi sono ritrovato a parlare del tempo che è stato e di quello che stavo provando in quel momento. Mi sono reso conto che non avevo mai pensato al presente, la mia testa viaggiava in avanti e ogni tanto tornava indietro, ma faceva molta fatica a concepire il QUI ed ORA.

C’è un legame tra “I giorni” e le tue produzioni passate?

In realtà no, questo è il primo brano per cui ho pensato anche all’arrangiamento, in tutte le mie canzoni avevo sempre scritto con la chitarra o col piano. Contrariamente a questo, “I giorni” parte dalle voci.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Nei prossimi mesi usciranno altri singoli e poi un EP, nel frattempo sto scrivendo altre canzoni. La primavera è il periodo dell’anno che preferisco perché è quello in cui riesco a scrivere di più.

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Vorrei dirgli di ascoltare i miei brani, farmi sapere cosa ne pensano e poi che li aspetto presto ad un mio concerto!

Esposito for Siloud

Instagram: @iosonoesposito
Facebook:@DiegoEspositoOfficial
YouTube: ESPOSITO

Credits: Astarte Agency

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...