InTheMusic: Viziosa, interview

Dietro Viziosa c’è Riccardo e il suo bassista Paolo. La passione di Riccardo per la musica nasce all’età di 18 anni in pub a Londra, dove ha conosciuto un musicista con cui ha iniziato a collaborare sotto il profilo manageriale. Il suo album si intitola “Avvoltoi”, definito un nevrotico post-punk che morde rabbioso.

Nome: Riccardo
Cognome: Nicolello
In arte: Viziosa
Età: 29
Città: Ivrea
Nazionalità: Italiana
Brani pubblicati: Dimmi, Mimì, Bacia il re, Parla male, Ponny
Album pubblicati: Avvoltoi
Periodo di attività: dal 2022
Genere musicale: Post Punk
Piattaforme: YouTube, Spotify, Apple Music, Deezer, Amazon Music, ecc.

Chi è Viziosa nella vita di tutti i giorni?

VIZIOSA in realtà siamo io e il bassista Paolo e viviamo di delinquenza e musica. Amiamo rubare nei supermercati. Ma più in generale VIZIOSA è un concetto astratto, VIZIOSA non è una band, non è un cantante, è la parte più intima e sudicia di ognuno di noi.

Da cosa esce fuori il tuo nome d’arte?

Il nome VIZIOSA nasce un po’ dal nulla, nascono prima le canzoni che raccontano appunto delle storie e dei personaggi “viziosi” e da qui la scelta è stata naturale.

L’avvicinamento alla musica avviene quasi sempre in maniera casuale. Nel tuo caso, cosa ti ha portato in questo mondo?

A 18 anni in pub a Londra ho conosciuto un musicista con cui ho iniziato a collaborare sotto il profilo manageriale e da lì è nata la mia passione. Anche se molto lo devo all’influenza musicale che mi ha dato mio padre fin da quando ero piccolo.

Quali sono i generi musicali che più ti influenzano?

Sicuramente tutta la nuova scena post-punk (IDLES, Viagra Boys ecc), ma dentro di noi sentiamo forte l’ispirazione dei The Stooges, Velvet Underground e una lista infinita di altri artisti. Ah, sicuramente anche Bojack Horseman.

Come definiresti il tuo modo di fare musica e come si è evoluto, questo, nel tempo?

Diretto, rabbioso e onesto. 

“Avvoltoi” è il titolo del tuo debut album, definito un nevrotico post-punk che morde rabbioso. Come nasce?

Nasce durante i vari lockdown e dall’esigenza di raccontare storie di persone non ordinarie, esattamente come siamo noi.

In che modo le varie tracce di questo progetto si legano tra di loro, a livello sonoro e tematico?

Beh, i suoni sono quelli che ci contraddistinguono e su cui il nostro producer Maurizio Vitale ha voluto puntare. Ogni canzone si lega fortemente sia a livello sonoro che a livello tematico. I testi parlano di persone disperate, sole, umiliate e che vengono colpite dagli avvoltoi che hanno intorno. 

Perché hai scelto proprio “Dimmi” per anticipare l’EP?

È il primo pezzo che abbiamo scritto e rimane molto in testa.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Suonare il più possibile dal vivo e fare nuova musica.

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Amate sempre gli esseri umani che vi stanno intorno. L’amore è un’arma potentissima per cambiare questo mondo infame. Ciao.

Viziosa for Siloud

Instagram: @viziosa.band
Facebook: @viziosa.band
YouTube: Viziosa

Credits: Conza press

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...