InTheMusic: Generazione Futura, interview

Dietro Generazione Futura ci sono Emilia e Domenico, due ragazzi di Napoli di 18 anni. Nelle loro produzioni richiamano delle sonorità che particolarmente li colpiscono nei loro ascolti quotidiani. Il loro è un sound attuale e moderno e, con esso, riescono a farsi portavoce della generazione Z. “Sogni” è il brano che li permette di fare il grande salto nel mercato discografico italiano.

Duo: Generazione Futura
Componenti: Emilia Pisano, Domenico Russo
Età: 18
Città: Napoli
Nazionalità: Italiana
Brani pubblicati: Nudi, Sogni
Periodo di attività: dal 2021
Genere musicale: Indie, Pop
Piattaforme: Spotify, Apple Music, Amazon Music, Deezer

Chi sono i Generazione Futura nella vita di tutti i giorni?

Siamo due ragazzi di Napoli, abbiamo diciott’anni e nella vita la maggior parte del tempo lo passiamo a scuola.

Siete da sempre appassionati di musica, ma avete cominciato a dedicarvi ad essa maggiormente nei primi anni del liceo. Dai vostri inizi, come siete finiti ad avviare questo vostro progetto artistico?

Nei primi anni del liceo suonavamo insieme in una piccola band rock e sin dagli inizi abbiamo sempre avuto un rapporto speciale che, dopo lo scioglimento della band, ci ha permesso di riavvicinarci e non abbandonare la nostra passione. Dopo circa un anno dallo scioglimento del gruppo, per caso, essendomi avvicinato al mondo della produzione, iniziai a mandarle delle basi su cui iniziò a scrivere e, poco dopo, a dicembre decisi di scrivere una strofa su un pezzo a cui già stavamo lavorando. Da lì in poi abbiamo sempre lavorato insieme.

Da dove nasce “Generazione Futura” e perché è il nome perfetto per rappresentare la vostra musica?

Il nostro nome è nato una sera in un locale mentre scherzavamo con i nostri amici. Andrea, uno dei nostri attuali manager, ci chiese registrandoci col cellulare di mandare un messaggio alle generazioni future. Il giorno dopo ci chiamò al telefono per dirci che aveva trovato finalmente il nome tanto cercato da dare al nostro duo: era Generazione Futura. È il nome perfetto per rappresentare la nostra musica perché in primis rappresenta noi, quello che siamo e a cosa apparteniamo, e, in secondo luogo perché abbiamo particolarmente a cuore i sentimenti e i problemi generzionali tanto da ispirare la nostra scrittura a quello che sentiamo personalmente ma anche a ciò che “vediamo” sentire.

Indie, urban e cantautorato italiano sono i generi a cui più vi riferite. Quali sono i vostri riferimenti principali e in che modo li richiamate nelle vostre produzioni?

Non abbiamo dei riferimenti unici, in generale siamo molto vicini alla scena italiana attuale senza però ignorare quella mondiale. Nelle nostre produzioni più che altro richiamiamo delle sonorità che particolarmente ci colpiscono nei nostri ascolti quotidiani. 

Il vostro è un sound attuale e moderno e, con esso, riuscite sicuramente a farvi portavoce della generazione Z. Come avete lavorato al vostro stile e in che modo vi aiuta a comunicare con i giovani che vi seguono?

Stiamo ancora cercando lo stile in cui rispecchiarci a pieno, ma per ora crediamo che comunicare con i ragazzi della nostra età sia semplice in quanto abbiamo tutti più o meno le stesse esigenze.

“Sogni” è il brano che vi permette di fare il grande salto nel mercato discografico italiano. Come nasce?

Il testo di sogni nasce senza una base, quando mandai a Dom una nota vocale dove cantavo un’idea che avevo avuto per un ritornello. Alché mi mandò subito la sua idea per la strofa e nei giorni a seguire lavorammo alla base dopo aver trovato i classici 4 accordi di chitarra.

Il sound di questo pezzo è ricco di suoni ambient e catchy e sottolinea le vostre capacità artistiche. Come lo avete definito e, soprattutto, in che modo mescola le vostre influenze musicali?

Il brano ha diverse influenze e sonorità. Non ci siamo limitati a quelle che sentiamo noi tutti i giorni ma abbiamo voluto riprendere suoni della scena pop mondiale di qualche anno fa che ci hanno affascinato particolarmente  

Quali sono i retroscena legati alla produzione del singolo e come, questo, anticipa quello che saranno i prossimi singoli firmati Generazione Futura?

Di “Sogni” ne abbiamo fatte e rifatte. Contiamo circa 5-6 versioni diverse del pezzo e quella che è la versione finale è quella che abbiamo terminato in studio insieme al nostro co-produttore Leo. “Sogni” è parte di noi ma non definisce ciò che faremo in futuro, come detto prima stiamo ancora cercando la nostra dimensione e questo emergerà nei prossimi brani.

Quali progetti avete per il futuro?

Non sappiamo cosa ci riserva il futuro, talvolta ne siamo anche spaventati. Di certo continueremo a fare musica e il nostro obiettivo è di crescere umanamente e artisticamente

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Siamo molto emozionati per ciò che verrà e non vediamo l’ora di fare tanta tanta musica. Un saluto dai vostri Gen!

Generazione Futura for Siloud

Instagram: @generazionefuturaa
YouTube: Generazione Futura

Credits foto: @lucafrutti
Credits: Hushtag Entertainment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...