InTheMusic: SAMIA, interview

Nella musica di SAMIA si può percepire la spinta a uscire fuori verso la luce, ma allo stesso tempo a conoscere il buio e il fumo che fanno parte della vita. “Tutto un fake” è il titolo del suo nuovo singolo, in cui l’urban pop si fonde a sonorità electro-soul e R&B.

Nome: Samia
Cognome: Pozzobon
In arte: SAMIA
Città: Roma
Nazionalità: Italiana
Brani pubblicati: Volume spento, Piove, Fammi respirare, Tutto un fake
Genere musicale: Pop
Piattaforme: Spotify, YouTube, Amazon Music, Tidal, Apple Music, Deezer

Chi è Samia nella vita di tutti i giorni?

Nella vita di tutti i giorni sono come le altre persone: problematica ma entusiasta, con gioie, dispiaceri e consapevolezze che ti arrivano come tramontane. Io cammino, come dico spesso, tra gli ossimori. Ho bisogno di continui stimoli e cambiamenti ed è per questo che anche le mie giornate di conseguenza sono molto cangianti.

Come hai scelto il nome da utilizzare per il tuo progetto artistico?

Il mio nome è davvero Samia. Significa “elevata in alto” in arabo. Poi, anche se può sembrare un po’ egocentrico, il mio nome mi piace davvero, mi piace il suo significato e mi piace come suona. Lo trovo perfetto!

La frenesia nel cantare e ballare ti accompagna da sempre. Quando tutto ciò è diventato più di una semplice passione?

Sicuramente più il cantare che il ballare (magari ad essere capaci in entrambi!). Credo che tutto questo sia diventata più di una più semplice passione quando ho deciso di intraprendere degli studi artistici mirati. Ma anche quando è uscito il mio 45 giri.

Quali sono i generi musicali e gli artisti che ascolti solitamente e quali quelli che preferisci?

Come la mia personalità anche i miei gusti sono variegati. Sono una pazza curiosa e nostalgica. Vado da pop italiano/internazionale all’R&B, dall’hip hop all’elettronica. 

Nella tua musica si può percepire la spinta a uscire fuori verso la luce, ma allo stesso tempo a conoscere il buio e il fumo che fanno parte della vita. Cosa vuoi comunicare a chi ti ascolta?

Che sì, si può trovare un equilibrio ma non la normalità. Che la terapia è importante, ma essere consapevoli e sinceri con sé stessi lo è di più. Spingersi verso la luce è importante, ma mai quanto ricordarsi del fango che si è toccato.

“Tutto un fake” è il titolo del tuo nuovo singolo, in cui l’urban pop si fonde a sonorità electro-soul e R&B. Come nasce e come è stato prodotto?

“Tutto un fake” parte dal beat di C-CHILL-LOW. Io ero a casa e lui a studio quel giorno. Poi arriva e mi fa sentire il beat con una bozza di linea che poi è il rit. Io mi fomento, mi piace e inizio a scrivere. È stato super, perché è stato naturale.

Nel testo si gioca con il tema degli opposti e degli ossimori nell’universo cangiante di Samia: cosa ha ispirato questo testo?

Sì, sicuramente il mio universo è estremamente cangiante, ma credo che quello che ha davvero influenzato il testo di questo pezzo sia stata la naturalezza da dove è partito, senza una consecutio, con un flusso libero di esprimere tutti i pensieri. 

In che modo “Tutto un fake” rappresenta lo stile del progetto Samia e, più nello specifico, in cosa si caratterizza?

“Tutto un fake” è il manifesto di uno sfogo sincero, senza paranoie e senza pronostici.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Fare musica e ricordarmi sempre del perché ho iniziato a farla.

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Non abbiate paura del buio. Guardiamolo dall’alto!

Samia for Siloud

Instagram: @sonosolosamia
Facebook@sonosolosamia

Credits foto: Ludovico Pascoli
Credits: Astarte Agency

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...