InTheMusic: YTAM, interview

Dietro YTAM c’è Matteo Marino, un ragazzo di 25 anni di Brescia che ha deciso di buttarsi completamente nella musica. Audiocassette, film cult e musica pop sono gli elementi chiave che caratterizzano il suo stile. Il suo primo singolo si intitola “GBYE” e, in qualche modo, rievoca Michael Jackson.

Nome: Matteo
Cognome: Marino
In arte: YTAM
Età: 25
Città: Brescia
Nazionalità: Italiana
Brani pubblicati: GBYE
Periodo di attività: dal 2017
Genere musicale: Pop
Piattaforme: Spotify, Amazon music, Apple music, Tidal, Tim Music, YouTube

Chi è YTAM nella vita di tutti i giorni?

Ciao! Sono YTAM, vivo a Brescia, ho 25 anni e prima di decidere di buttarmi completamente nella musica ho fatto come tutti un po’ di lavori per sopravvivere.

Ci tieni a sottolineare che Ytam sia con la Ipsilon. Più in generale, come nasce questo nome d’arte?

L’origine del nome YTAM è un segreto! Cercavo qualcosa che fosse rapido e che suonasse anche un po ‘ internazionale, dato che la maggior parte della mia ispirazione proviene da artisti al di fuori dei confini italiani. E la Ipsilon è perché inizialmente qualcuno cercava “ITAM” su Spotify (non so perché mi sembra il nome di un discount).

Quando hai scoperto la musica e quando, invece, hai deciso di voler creare un tuo progetto artistico?

Un giorno all’età di 8 anni ho acceso casualmente un vecchio registratore con all’interno un’audiocassetta dei Queen, parte “We Will Rock You” e da quel momento è stato amore. Dopo aver iniziato a strimpellare la chitarra da autodidatta e qualche esperienza finita male nelle band, ho deciso di prendere la mia strada ed eccomi qui!

Tra riferimenti ed ispirazioni, cosa influenza di più ciò che fai?

In realtà non ho un genere musicale preferito perché prendo ispirazione da tantissimi artisti diversi. The weeknd, The 1975, Prince, Michael Jackson sono solo alcuni che mi hanno ispirato nel corso degli anni.

Audiocassette, film cult e musica pop sono gli elementi chiave che caratterizzano il tuo stile: in che modo li metti insieme?

Sono cresciuto ascoltando un sacco di audiocassette e guardando un sacco di film degli anni ‘80 e ‘90. Quando scrivo un pezzo mi baso tantissimo sulle immagini, da lì cerco di descrivere al meglio un’emozione o uno stato d’animo come se stessi vivendo in prima persona la scena di un film.

Il tuo primo singolo si intitola “GBYE” e, in qualche modo, rievoca Michael Jackson. Come nasce?

“GBYE” è nato in un momento di grande insicurezza, non sapevo quale direzione stesse prendendo la mia vita e ho sentito l’esigenza di combattere un nemico invisibile che fosse l’unione di tutte le mie ansie e paure. Non saprei come descrivere il genere però è un mix tra pop, elettronica e chitarre punk!

Parlaci delle tematiche che tratti in questo singolo e del perché di questa scelta!

La tematica principale parla della difficoltà di affrontare e cancellare il lato negativo di noi stessi. Per quanto sia faticoso e doloroso a volte l’unica cosa giusta da fare è alzarsi dal letto e combattere le nostre paure e ansie per riuscire a dire addio e vivere la vita sotto un’altra lente.

Lato sound, come è avvenuta la scelta dei tratti caratteristici di “Gbye”?

Abbiamo iniziato a produrre il pezzo partendo da una mia demo super grezza e passo dopo passo grazie al super lavoro di okgiorgio (il mio produttore) siamo arrivati a creare una miscela di suoni unica. Le chitarre distorte, i synth e gli 808 vanno tutti d’accordo in GBYE!

Quali sono i progetti che hai per il futuro?

Per il momento è ancora tutto top secret e non posso spoilerare, però su Instagram ci saranno un sacco di news nelle prossime settimane.

C’è qualcosa che vorresti dire ai nostri lettori?

Spero che “GBYE” vi piaccia e che vi dia la stessa carica che ha dato a me per superare le mie paure. Vi aspetto su Instagram per le prossime news!

Ytam for Siloud

Instagram: @ytam.mp3
Facebook: @sonoytam

Credits: Astarte Agency

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...